Rassegna Stampa

La Rassegna Stampa di Robex News – (mercoledì 19 luglio 2017)


ESTERO Come già annunciato nei giorni scorsi, l’Austria è pronta a chiudere il Brennero se aumenterà nelle prossime ore il flusso di migranti in arrivo. In Germania, nel coro del Duomo di Ratisbona, sono almeno 547 bambini che nel corso degli anni hanno subito violenze ed abusi sessuali. Questo è un dato raccapricciante emerso dal rapporto finale presentato dall’avvocato Ulrich Weber e divulgato dalla stampa tedesca.

CRONACA La Borsa Affari di Milano apre oggi in crescita a +0,2% con il Ftse Mib a 21.403 punti. Nel Lazio, per i crolli ad Amatrice, arrivano i primi 5 indagati a Rieti dove sotto le case popolari dell’Ater morirono 18 persone e questi sono i nomi: Ottaviano Boni, direttore tecnico della Sogeap, delle palazzine costruite, Luigi Serafini, amministratore unico della società  Franco Alessandri, presidente dall’Istituto Autonomo per le Case Popolari della Provincia di Rieti, Maurizio Scacchi, geometra del Genio Civile di Rieti e Corrado Tilesi, ex assessore del Comune di Amatrice. È stato rintracciato in Puglia, nel porto di Bari e arrestato dai militari dell’Arma dei Carabinieri, un Albanese di 60 anni che dopo aver ucciso ieri a Terni, in strada, a colpi di pistola un suo connazionale di 49 anni, Demir Hyseni, si era imbarcato per fuggire all’estero. In Campania, in due hotel di Vietri sul mare, in provincia di Salerno, sono stati segnalati un focolaio di morbillo e sino ad ora sono tre i casi confermati che hanno colpito due addetti alla reception e una cameriera di sala di età compresa tra i 25 e i 34 anni, mai sottoposti a vaccinazione. Ora si cerca di risalire agli ospiti a rischio contagio, circa 700, che erano presenti già da tempo nelle strutture alberghiere. In Campania, ad Atena Lucana, i Carabinieri del Comando Compagnia di Sala Consilina, in provincia di Salerno, hanno arrestato In flagranza di reato un noto architetto 55enne di Brienza, in provincia di Potenza, per il reato di coltivazione di cannabis, trovato con 20 piante di marijuana e tutte le varie attrezzature, in una zona montana al confine con la propria città Lucana. In Sicilia, a Palermo, durante un’operazione condotta all’alba di questa mattina dai militari della Guardia di Finanza e dagli agenti della Polizia di Stato sono finite in manette 34 persone legate al clan di Brancaccio, mentre continuano gli sfregi ai magistrati antimafia morti in prima linea e questa volta è toccato ad una stele fatta erigere alla periferia della città di Agrigento dai genitori, dove il giudice Rosario Livatino fu ucciso il 21 settembre del 1990.

AMBIENTE In Basilicata, a Viggiano, l’Eni ha riavviato da ieri il Centro Oli del Cova, chiuso da circa tre mesi a causa di una fuoriuscita di petrolio. Le operazioni dureranno circa una decina di giorni e sono state autorizzate dalla Regione Basilicata.

PREVISIONI METEO Dopo il cattivo tempo dei giorni scorsi, gli incendi causati da piromani e da cause anche metereologiche, in un Paese dove non esiste alcuna prevenzione e attenzione su gravi problematiche anche come queste, ritorna da oggi in gran parte dell’Italia il bel tempo con temperature sopra alla norma e con un’estate che continuerà alla grande, almeno si spera.

Rocco Becce robexdj@gmail.com

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com