Rassegna Stampa

La Rassegna Stampa di Robex News – (giovedì 11 maggio 2017)

 

ESTERO Ancora un nostro connazionale bloccato all’estero contro la propria volontà. Questa volta è toccato a Yuri Guaiana, attivista dell’associazione radicale “Certi Diritti”, bloccato dalla Polizia in Russia, a Mosca, in una storia, la solita, che si ripete e senza che nessuno anticipi certe situazioni che poi potrebbero finire in modo drammatico. In Francia, in una fabbrica di autovetture della “GM&S”, nella Creuse, gli operai che stanno perdendo il posto di lavoro, hanno annunciato tramite i sindacati di aver minato la sede appaltatrice della Renault. Sono davvero tristi le previsioni economiche della Commissione europea che giudica l’italia la maglia nera per la crescita in Europa e forse è bene che mi fermi qui.

CRONACA Dal secondo “Rapporto Save the Children”, sulla condizione materna in Italia, diffuso in occasione della prossima festività della Mamma, che si terrà domenica prossima, 14 maggio, dove si evince che le madri, sempre più avanti con gli anni, sono costrette a rinunciare al lavoro e al tempo libero a causa degli impegni di famiglia di un welfare che non riesce a sostenere le donne che decidono di mettere al mondo un bambino, dove, però, è più facile farlo in Trentino, Alto Adige che in Sicilia. In Basilicata, a Baragiano Scalo, in provincia di Potenza, due pregiudicati pugliesi, P.B. di 41 anni e D.C.T. di anni 45, sono stati intercettati e arrestati dai militari dell’Arma dei Carabinieri del Comando Stazione del posto, in collaborazione con i militari della Compagnia Carabinieri di Potenza, guidati dal Capitano Gennaro Cascone e dai colleghi dell’Aliquota Radiomobile nei pressi di una banca, forse pronti ad una rapina, mentre si trovavano in un’autovettura con targa falsa. In Basilicata, un 42enne è stato bloccato e denunciato dalla Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Melfi, in provincia di Potenza, dopo il furto di una borsa in un’autovettura parcheggiata davanti ad un istituto scolastico della città federiciana. In Calabria, per crudeltà e sevizie sono stati arrestati 5 trafficanti di migranti e ad uno è stato anche contestato il concorso dell’assassinio di un 21enne della Sierra Leone, ucciso con un colpo di pistola soltanto perchè si era rifiutato di dargli un cappellino.

Rocco Becce robexdj@gmail.com

 

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Adblock Detected

Attiva gli annunci per continuare a visitare il sito.
RICEVI GRATIS LE NEWS