Lavoro e Salute

La protesta dei Vigili del Fuoco, il prossimo 15 febbraio a Potenza


“La protesta dei Vigili del Fuoco, proseguirà sino a quando non sarà strappato il piano del governo Monti che ha tagliato le risorse ai lavoratori, licenziando i precari. Basta con pseudo riforme e tagli, ora è tempo di riprenderci tutti i diritti. Il Governo ha regalato 20 miliardi alle banche ed ha stanziato solo 23 milioni per assumere 1.700 “Vigili del Fuoco” e considerando che per assumerli tutti ci vogliono circa 80 milioni di euro, si capisce del perchè ci vogliono 3 anni per adeguare l’organico”.

Lo dice in una nota stampa inviata oggi, lunedì 13 febbraio, Francesco Castelgrande, coordinatore regionale dell’USB (Unione Sindacale di Base) di Basilicata, che annuncia per il prossimo mercoledì 15 febbraio un’altra protesta in piazza a favore dei “Vigili del Fuoco”, che a nome del sindacato chiede che la risoluzione Fiano sia approvata subito.

“In Italia – prosegue il responsabile sindacale – vi è un “Vigile del Fuoco” ogni 15.000 abitanti, con un’età media di 49 anni, dove i mezzi in dotazione risalgono agli anni ’60 e le attrezzature di lavoro sono continuamente “rattoppate”, invece di essere sostituite. Gli stipendi, inoltre – conclude il Castelgrande – sono da fame e le carriere inesistenti, senza INAIL e il dovuto riconoscimento della categoria atipica altamente usurante ed è per questo che i “Vigili del Fuoco” saranno anche a Potenza, in piazza Mario Pagano, alle ore 9.30, per rivendicare contratti ed assunzioni”.

Rocco Becce robexdj@gmail.com

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com