Società e CulturaPrimo Piano

La “Madonna Nera” dell’artista Rodrigo Figueredo in Vaticano

L’ artista italo-venezuelano Rodrigo Figueredo, riconosciuto a livello internazionale per la sua arte libertaria e l’attivismo a favore dei diritti umani, e che vive da 4 anni in Val d’Agri, ha portato in Vaticano la sua versione della “Madonna Nera del Sacro Monte di Viggiano” e l’ha consegnata nelle mani di Edgar Peña Parra, arcivescovo venezuelano che, dal 15 agosto 2018, è sostituto per gli affari generali della Segreteria di Stato della Santa Sede, vale a dire la terza carica nella gerarchia della Chiesa cattolica.

Nonostante il suo rapporto che Rodrigo definisce “indiretto” e “di sangue” con la Lucania, e derivante dal fatto che i suoi nonni, entrambi italiani, emigrarono tra le due guerre in Venezuela in cerca di un futuro migliore, ha deciso di creare la sua opera tenendo conto del tradizionale simbolo regionale che è la Madonna Nera, reinterpretandolo in chiave moderna attraverso i canoni e l’arte d’avanguardia contemporanea.

La Madonna Nera di Rodrigo è stata molto apprezzata dall’ Arcivescovo Edgar Peña Parra il quale, ci dice l’artista, non conosceva la Basilicata. Rodrigo, contattato dalla Gazzetta, ha aggiunto di sentirsi “onorato di contribuire a far conoscere la regione dei suoi antenati nelle più alte sfere. Regione che si mostra spesso ostile al cambiamento, all’innovazione e alla differenza”. Detto questo, con ironia aggiunge di aspettarsi che “anche un ente pubblico locale, culturale, amministrativo o religioso, possa apprezzare gli sforzi di uno “straniero” come lui, che non sempre viene riconosciuto per il suo grande apporto alla comunità”.

Un’intervista a Rodrigo Figueredo, al microfono di Francesco Petrone, qualche mese fa:

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com