Cronache

La Guardia di Finanza sequestra 3.734 articoli di provenienza cinese in due attività a Tito e Lagonegro


Gli uomini delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Potenza, a ridosso della festa di halloween, hanno intensificato i controlli a tutela della sicurezza dei prodotti ai medesimi destinati e, nel corso di un’operazione effettuata in seno ad un più ampio ed articolato dispositivo di contrasto ai traffici illeciti disposto su tutto il territorio della provincia, sono pervenuti al sequestro di articoli non conformi alla specifica normativa nazionale e comunitaria, soprattutto di quelli utilizzati per mascheramenti. Complessivamente, il bilancio degli interventi è di 3.734 articoli sottoposti a sequestro, a danno di tre distinti commercianti, tutti di origine cinese, operanti nei comuni di Tito e Lagonegro. L’operazione è stata eseguita dagli uomini dei Nuclei Mobili delle Compagnie di Lauria e Potenza, i quali hanno rinvenuto la merce illegale, costituita principalmente da maschere, cappelli, teschi, trucchi, gadget, bigiotteria e articoli elettronici, nel corso dei controlli presso i suddetti esercizi commerciali. Si tratta, in particolare, di merce non conforme alla vigente normativa, non in linea con il rispetto dei requisiti stabiliti dal Codice del Consumo, priva di certificazione comunitaria e, come tale, potenzialmente pericolosa per la salute del consumatore. A carico dei tre titolari degli esercizi commerciali, i Finanzieri di Lauria e Potenza hanno elevato sanzioni amministrative e segnalato i medesimi alla Camera di Commercio di Potenza, competente sia per l’irrogazione delle previste sanzioni pecuniarie che per la confisca e distruzione dei prodotti sequestrati. In tale contesto, si sottolinea l’importanza dell’azione che la Guardia di Finanza, nel perseguire tali forme di illegalità, svolge a tutela della sicurezza dei cittadini. In assenza delle condizioni previste dalla vigente normativa, infatti, i prodotti immessi in consumo possono determinare immediati effetti dannosi per la salute e l’incolumità dei consumatori, soprattutto quando tale platea è costituita da bambini.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com