Primo PianoVal d'Agri Web Tv

“La costituzione dopo il 4 dicembre, tra attualità e innovazione”. Incontro a Tramutola

Si è svolto a Tramutola l’incontro: “la costituzione dopo il 4 dicembre, tra attualità e innovazione” Un incontro di approfondimento sulle prospettive presenti e future della Carta Costituzionale.

Il prof. Adalgiso Amendola ci ha rilasciato un’intervista rispondendo alle domande di Elisa Casaletto:

  • Tema principale del convegno il referendum del 4 dicembre. Secondo lei cosa è cambiato dopo questa data e cosa si dovrebbe cambiare per migliorare la costituzione?

          E’ cambiato il fatto che il risultato del referendum ha permesso di respingere una proposta di riforma costituzionale che era inadeguata e che molto probabilmente avrebbe peggiorate le cose. Questo non significa che i problemi strutturali del nostro sistema politico: come la crisi della rappresentanza e soprattutto la crisi del rapporto tra partiti politici e cittadini, tutto questo è ben lungi dall’essere curato e molto probabilmente sarebbe stato non curato e peggiorato da quella riforma.

  • Riguardo al problema petrolio-ambiente-salute, che a noi ci riguarda da molto vicino. Secondo lei cosa si dovrebbe istituire per tutelare la salute dei cittadini?

          La cultura costituzionale è all’avanguardia dal punto di vista dei diritti ambientali. Oggi quello che possiamo fare è capire finalmente che soltanto la lotta e l’auto-organizzazione ci può permettere davvero di difendere i nostri territori, è molto evidente che affidarsi a promesse a politiche dall’alto sia fuori fase, è la mobilitazione dal basso che può rimettere questi temi al centro per permetterci di respingere queste politiche di saccheggio.

  • Come definisce questo periodo storico?

          Di transizione. Alcune culture politiche e forse la stessa idea del politico che noi avevamo è in crisi. Le forme nuove di organizzazione sociale devono essere ancora ricercate; dobbiamo lavorare. Gramsci parlava di “Interregno” in queste situazioni e probabilmente dobbiamo immaginare uno sforzo non solo a livello nazionale ma transnazionale per ricostruire una cultura di diritti e garanzie sociali all’altezza dei tempi e della trasformazione  del mondo del lavoro.

IL SERVIZIO VIDEO SULL’EVENTO

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS