Primo PianoLavoro e Salute

Incontro a Viggiano: “Giovani e Donne protagonisti del cambiamento nell’agricoltura lucana”


Si è tenuto mercoledì 8 marzo, presso l’Hotel Kiris a Viggiano, l’incontro “Giovani e Donne protagonisti del cambiamento nell’agricoltura lucana” organizzato da AGIA (Associazione Giovani Imprenditori Agricoli), Donne in Campo e CIA (Confederazione Italiana Agricoltori) con la presenza dell’Assessore Regionale delle Politiche Agricole Luca Braia, del Direttore della CIA Donato Distefano, del Presidente Nazionale AGIA Maria Pirrone e di altri responsabili del comparto agricolo lucano come il Responsabile della rete “La Spesa in Campagna” Nicola Figliuolo.

Un ragionamento di crescita collettiva attraverso un accesso diretto all’agricoltura, essere consapevoli di ciò che abbiamo per agevolare il percorso ai tanti giovani”; l’associazione AGIA – attraverso le parole di Maria Pirrone – si propone di aiutare i giovani che si vogliono affacciare a questo mondo per poter insegnare loro i passi giusti da seguire e ribadisce due punti fondamentali su cui bisogna lavorare: banca della terra e società di affiancamento.

Nicola Figliuolo, responsabile dell’associazione La Spesa in Campagna opera per valorizzare i territori, la filiera corta e la qualità degli alimenti, associazione nata su iniziativa della CIA. “Si avverte l’esigenza di fare rete con i nuovi imprenditori, mettere insieme aziende che fanno già parte del mondo agricolo e aziende ancora non conformi all’attività. Dare loro tutti i servizi possibili, come farli partecipare ai corsi per ottenere il tesserino adibito all’acquisto dei prodotti fitosanitari”. Le parole del responsabile dell’associazione che ha poi continuato “per raggiungere risultati soddisfacenti bisogna creare collaborazioni come già sta facendo l’associazione La Spesa in Campagna: coinvolgendo le Pro-Loco; coinvolgendo gli Agriturismi e va ricordato che gli agriturismi devo consumare il 70% proveniente dai prodotto locali; e creare una piattaforma web dove le aziende possono acquisire mercati nuovi e da poco è nata una collaborazione con Amazon il portale marketplace più grande del mondo.

Dopo una prima parte di interventi hanno preso la parola i sindaci invitati all’evento: il sindaco di Viggiano Amedeo Cicala, il Sindaco di Marsicovetere Sergio Claudio Cantiani e il sindaco di Marsico Nuovo Domenico Vita. Tutti e tre i sindaci hanno voluto riaffermare il concetto importante che nella Val d’Agri il lavoro non è solo petrolio, l’illusione del lavoro nell’indotto petrolifero ci ha fatto abbandonare l’agricoltura, che è e sarà il bene primario della nostra valle. “Bisogna investire nel comparto agricolo, Viggiano lo sta facendo con un bando creato ad hoc per l’agricoltura, però bisogna evitare facili catastrofismi che vanificano il duro lavoro che tutti noi, sindaci e cittadini,  stiamo portando avanti da anni; il problema petrolio c’è e va affrontato ma evitiamo critiche oltre il consentito, critiche che portano solo danni e nulla più.” Così ha terminato il suo intervento il sindaco di Viggiano.

Prima di cedere la parola all’Assessore Braia, il Direttore della Cia ha ricordato come il potenziamento del reddito in agricoltura è un volano importante per far crescere il settore; ha messo in guardia che tanto bisogna ancora fare e la Regione Basilicata deve scendere in campo in maniera mirata e responsabile.

Ha concluso gli interventi l’Assessore alle Politiche Agricole Luca Braia. “Un patto con i giovani, in cui turismo, ambiente e agroalimentare possono farci vincere il confronto con il futuro. Il ruolo della politica in agricoltura deve essere di unione tra il mercato e i produttori, creare una simbiosi in cui innovazione e organizzazione permetta di saper gestire il proprio prodotto sul mercato. L’agricoltura non si fa solo nei dipartimenti della Regione o a Roma, si fa a 360° mettendo al centro l’agricoltore e l’imprenditore agricolo”. L’assessore ha poi ribadito di come la Regione Basilicata tanto stia facendo per l’agricoltura con il sostegno dei bandi regionali e di come negli ultimi 3 anni sia diminuita del 25% il carico tributario sull’agricoltura.

Alla fine dell’incontro un buffet di prodotto tipici, offerto dall’AGIA Basilicata, ha concluso la giornata di riflessioni in cui ha preso parte anche la scolaresca dell’Istituto Agrario di Villa d’Agri.

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com