Sport

Il viggianese della Metalfer Giuseppe Fiorile vince a Padula il “Romito Trail”

Si è imposto sulla distanza di 18km



Arrampicarsi sulle montagne per sfidare sé stessi: un corpo a corpo feroce ma pur sempre esaltante, fatto di salite e discese, dirupi e sterrati, il caldo e la fatica come compagni di viaggio. Eppure, quando la strada comincia ad addolcirsi sotto le scarpe, gli sforzi non sembrano più così onerosi: anche il respiro si fa regolare. Figurarsi, poi, quando la sede d’arrivo è in una delle certose più belle d’Europa, patrimonio dell’UNESCO da oltre un quarto di secolo.

La seconda edizione del Romito Trail – organizzata dalla Metalfer-Podistica Brienza 2000 del presidente Coppola e del vice  Collazzo in tandem con la ASD La vita è un ciclo – ha portato a Padula e sui sentieri di confine tra la Campania e la Basilicata più di 100 appassionati delle gare in quota, che si sono divisi tra il percorso da 18 km (950 metri di dislivello) e il tracciato da 30 km (1450 metri di dislivello).

Nella competizione più breve, la società metà campana, metà lucana ha festeggiato il secondo successo stagionale di Giuseppe Fiorile: il 30enne di Viggiano ha preceduto sul traguardo l’irpino Giovanni Tolino (Daunia Running, a 55”) e il bronzo mondiale di corsa in montagna Gianluca Scarcia (Atletica Capo di Leuca, a 4’07”). Tra le donne, invece, monologo di Annalisa Cretella: la 36enne della Amalfi Coast Sport ha primeggiato con un vantaggio di oltre 10′ su Nunzia Gammella (Ideatletica Battipaglia) e Lucia Pace (Correrepollino), consolidando il suo primato nella classifica del circuito Trail Campania con quattro prove ancora da disputare. Gli specialisti lucani hanno trionfato anche nella 30 km: Daniele Di Ceglie (Correrepollino) si è presentato nel cortile della «casa bassa» con quasi 3′ di margine su Giovanni Ruocco (TRM Team). Sul gradino più basso del podio il leader della classifica del circuito regionale di corsa in montagna, Leonardo Mansi (Podistica Cava-Picentini-Costa d’Amalfi), che ha peraltro allungato in classifica sulla coppia della Aequa Trail formata da Nicola D’Urso (6°) e Matteo Severino (9°). La prova femminile è stata invece vinta da Monica Alfano: dopo oltre 3 ore e mezza di corsa, l’esperta atleta della Podistica Cava si è lasciata alle spalle l’italo-brasiliana Giorgia Parente (Podistica Pollese, a 6’32”) e Speranza Romano (Libertas Acerra, a 31’55”).

La stagione agonistica della Metalfer si concluderà il prossimo 24 settembre a Sala Consilina con la 2ª edizione della StraSanMichele, l’evento sportivo che precederà i solenni festeggiamenti in onore di San Michele Arcangelo.

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com