Notizie dal Mondo

Il sindaco di Chiaromonte risponde alla minoranza sulla questione Agglutination


La sottoscritta Valentina Viola, Sindaco del Comune di Chiaromonte con la presente riscontra la lettera dei consiglieri minoranza del 27 agosto u.s., relativa all’evento in oggetto.

In relazione alle autorizzazione del festival si comunica quanto segue:

– in data 06/07/2018, con nota acquisita al prot. n. 4262 l’Associazione Culturale Agglutination a firma del rappresentante legale Cafaro Carmela richiedeva l’autorizzazione a svolgere la manifestazione del 19 agosto presso il campetto polifunzionale del Plesso Scolastico, allegando la documentazione di rito;

– la sottoscritta in data 31/07/2018, prot. n. 4753 in seguito all’istruttoria degli uffici comunali preposti, ha rilasciato l’autorizzazione per lo svolgimento dell’evento all’interno del campetto polifunzionale dell’Istituto scolastico, per una capienza massima di 1200 persone;

In relazione all’utilizzo di alcuni locali del Plesso Scolastico si comunica quanto segue:

– in data 06/07/2018, con nota acquisita al prot. n. 4261 l’Associazione Culturale Agglutination a firma del legale rappresentante Cafaro Carmela  richiedeva l’utilizzo dell’ala Est del Plesso Scolastico in Via Arnaldo Spaltro dal 18 al 20 agosto, per allestire i camerini per i gruppi partecipanti;

– la sottoscritta, sentita la dirigente scolastica e considerato che nel periodo in questione le scuole erano chiuse per le ferie estive, in data 31/07/2018 ha concesso l’autorizzazione per utilizzare i locali siti al piano primo dell’ala Est del Plesso Scolastico. Prima della consegna dei locali è stato effettuato sopralluogo per verificare lo stato degli stessi; alla riconsegna degli stessi è stato effettuato nuovo sopralluogo, con esito positivo, alla presenza dei vigili urbani, per constatare se gli stessi venivano riconsegnati nelle medesime condizioni

– Si fa notare che questa Amministrazione, di concerto con la dirigente scolastica, in passato ha concesso l’utilizzo del Plesso Scolastico anche ad altre associazioni operanti sul territorio (Pro Loco, ASD Correre Pollino) ogni qualvolta le attività delle stesse non intralciavano le normali attività scolastiche.

– L’utilizzo dei beni immobili comunali suddetti (campetto e locali Scuola) è stato concesso a titolo gratuito, ai sensi dell’art. 17 del “Regolamento per la concessione di finanziamenti e benefici economici a soggetti pubblici e privati” approvato con Delibera di C.C. n. 7/2005;Per l’esecuzione della manifestazione non è stata effettuato alcun prelievo di energia elettrica da immobili comunali: l’associazione si era dotata di gruppo elettrogeno e in più ha fatto richiesta di fornitura straordinaria al Servizio Elettrico Nazionale.

Concluso l’aspetto tecnico, non posso esimermi da alcune considerazioni istituzionali e politiche.

L’Agglutination Metal Festival, come è risaputo, ha una rilevanza internazionale e nazionale qualificandosi come il più importante e longevo festival  di musica Heavy metal e Rock del Sud Italia. Rappresenta un genere di musica sicuramente di nicchia che suscita interesse per alcuni e disinteresse per altri. Ritengo che questa storia longeva debba continuare. Essa ha contribuito nel tempo a far conoscere e apprezzare i nostri luoghi, la nostra gastronomia e la nostra ospitalità ai tanti che nel corso degli anni e da ogni parte d’Italia sono giunti a Chiaromonte per assistervi. Credo fermamente, tuttavia, in qualità di Sindaco, che qualsiasi genere musicale dovrebbe manifestarsi nella liberta di chi lo esercita rispettando la legalità e senza ledere chi  ha un pensiero o un credo religioso, politico o culturale differente, né tantomeno si può contestare o screditare chi è titolato più di altri a dare una propria opinione.


Nello specifico ritengo che, aldilà delle spiegazioni che gli artisti hanno dato, il loro spettacolo con l’utilizzo improprio di “simboli sacri” ha offeso la dignità dei cristiani e per questo, come Sindaco, chiedo scusa ai miei cittadini e chiedo agli organizzatori degli eventi, aperti al pubblico della comunità di Chiaromonte, di accertarsi che non accadano più simili episodi nel rispetto di tutti. E’ auspicabile per il futuro che all’interno del nostro Paese e con le iniziative che si realizzino vengano da parte di tutti sempre esaltati valori edificanti ed educativi evitando che qualcuno venga offeso o turbato creando cosi momenti di screzi o tensioni  all’interno della comunità o addirittura di cattiva pubblicità per la stessa. Non bisogna però dimenticare che l’Agglutination per Chiaromonte ha da sempre rivestivo motivo di orgoglio oltre ad avere una notevole importanza economica, svolgendosi sempre senza nessun problema di ordine pubblico o di sicurezza per la cittadinanza. Sono queste le motivazioni per cui, da anni e al pari di altri eventi proposti dalle altre Associazioni di Chiaromonte e non, viene autorizzata dal Sindaco nel massimo rispetto della legge. Ricordo a me stessa, oltre che al Gruppo di Minoranza che pare averlo dimenticato, che la suddetta manifestazione è arrivata alla 24° edizione partendo proprio da Chiaromonte nel lontano 1995 quando Sindaco di allora era il consigliere di minoranza Antonio Vozzi che autorizzava lo svolgimento della manifestazione in pubblica piazza, prevedendo contributi economici a favore dell’evento.

Lo stesso Festival è tornato poi a Chiaromonte, dopo una breve assenza, anche recentemente nel 2011 e 2012 quando Sindaco era sempre lo stesso Antonio Vozzi, con altrettanta elargizione di contributo economico a favore dell’Associazione. Pertanto, non posso che stupirmi di fronte a questa contestazione del gruppo di Minoranza proprio nei confronti di un’associazione e di una manifestazione presente da anni a Chiaromonte e anche da loro autorizzata. Soprattutto resto meravigliata dal “risveglio” della Minoranza e da chi, come il Capogruppo Antonio Vozzi, MAI PRESENTE IN CONSIGLIO COMUNALE IN 4 ANNI, tenta maldestramente di far credere a me ed ai cittadini un ritrovato e riscoperto interesse per la comunità!!!. Avere a cuore una cittadinanza e le sue sorti lo si dimostra innanzitutto partecipando ai Consigli Comunali e utilizzando tutti gli strumenti che la democrazia prevede per i gruppi di minoranza, impiegando il proprio tempo per il bene comune, portando idee e progettando per il proprio paese, mettendosi al servizio dei cittadini, così come questa Amministrazione sta ormai facendo da 4 anni. I consiglieri di minoranza invece hanno utilizzato e strumentalizzato una circostanza “particolare” ergendosi a paladini della difesa dei valori cristiani, morali e di legalità insinuando nei cittadini addirittura il dubbio sulla legittimità delle procedure autorizzative. Come Gruppo di Minoranza, oltre che come cittadini, avete il diritto-dovere  di venire in Comune e accedere a qualsiasi atto per accertarne la legittimità!. Questa lettera,  rivolta alla cittadinanza, vuole ristabilire un clima di pace e serenità apparentemente turbata convinta che lo spettacolo sopra citato non può e non ha scalfito il buon nome della nostra Comunità cui certi valori di cristiana appartenenza sono forti. Rinnovo l’impegno mio personale e quello dell’Amministrazione Comunale che mi onoro di rappresentare nel portare avanti ogni giorno tutte quelle iniziative e quelle azioni che contribuiscano alla crescita sociale ed economica della nostra Chiaromonte.

Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp