PoliticaPrimo Piano

Il comune di Moliterno dice si al Testamento biologico

Si al Testamento biologico. Il comune di Moliterno è il primo  municipio della Provincia di Potenza ad approvare con delibera di giunta il documento per le “Disposizioni anticipate di trattamento” (Dat) attraverso il quale sarà possibile esprimere la propria volontà in materia di trattamenti sanitari in caso di proprio fine vita. La Giunta comunale ha approvato ieri la delibera con cui aderisce alla Convenzione che la Provincia di Potenza ha siglato con l’Ordine dei Notai. “L’atto deliberativo di oggi è da considerarsi – ha spiegato il Primo cittadino, Giuseppe Tancredi –  solo il primo passo di un percorso che ci porterà nei prossimi giorni all’approvazione di una seconda deliberazione al fine di attivare anche i nostri uffici a predisporre quanto previsto dalla normativa sul Biotestamento”. A fargli eco, il vice sindaco, Raffaele Acquafredda che ha aggiunto “i diritti civili e la libertà di scelta in piena consapevolezza sono la motivazione di fondo del percorso deliberativo che ci ha portato senza esitazioni ad aderire alla convenzione della Provincia di Potenza.

Personalmente ritengo che ciò rappresenta – ha evidenziato –  la prima fase tesa alla piena applicazione della legge 219/2017 sul Biotestamento”. Con deliberazione n.26 del 28 dicembre 2017 il Consiglio provinciale di Potenza ha impegnato, il presidente a stipulare una convenzione con il Consiglio notarile dei distretti riuniti di Potenza, Lagonegro, Melfi e Sala Consilina, affinchè lo stesso possa istituire un registro che raccolga le dichiarazioni anticipate di volontà dei trattamenti di natura medica.  La legge sul biotestamento è entrata in vigore lo scorso 31 gennaio e prevede la creazione di registri comunali dove poter consegnare la dichiarazione sulle terapie sanitarie che si intende o non si intende ricevere nel caso in cui non si sia più in grado di prendere decisioni. Ogni cittadino avrà il diritto di dichiarare a quali scelte terapeutiche o singoli trattamenti sanitari darà o non darà il proprio consenso senza dover passare dai tribunali.  Inoltre, la legge prevede che chi deciderà di usufruirne indichi una persona di fiducia, maggiorenne e capace di intendere e volere, che lo rappresenti in modo conforme alle volontà espresse, nel momento in cui non fosse più idonea per confermare le proprie intenzioni consapevolmente. Nel caso, invece, in cui le condizioni fisiche non consentano di rendere una dichiarazione scritta, possono essere rese con una videoregistrazione o con qualsiasi dispositivo o supporto di memorizzazione che consenta alla persona di comunicare.

 

 

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Adblock Detected

Attiva gli annunci per continuare a visitare il sito.
RICEVI GRATIS LE NEWS