Curiosità, Notizie dall'Italia e dal Mondo

I più famosi giocatori di poker degli ultimi anni

Il poker è diventato ormai materia per professionisti. Benché si continui a praticare anche tra gli amici o nelle classiche sale, questo gioco di carte viene visto come pane quotidiano per i più esperti che da numerosi anni ormai partecipano anche a tornei ufficiali. La competitività è salita alle stelle e anche in Italia si sta registrando un interesse sempre maggiore verso questo gioco. La spesa che viene registrata ogni anno per il poker è aumentata di molto negli ultimi tempi.

Nello Stivale non sono mancati persino i vip che si sono dichiaratamente avvicinati al poker, puntando anche cifre pesanti. Pupo ha raccontato più di una volta dei suoi trascorsi con l’azzardo e Adriano Celentano ha sfiorato la ludopatia dopo aver girato il film “Asso”, in cui interpretava un campione del tavolo verde. Anche qualche attore di Hollywood è rimasto affascinato dalle carte dopo averle sperimentate sul set: si pensi a Leonardo DiCaprio in “Titanic” e alla celebre scena in cui vince il biglietto per il transatlantico proprio dopo una partita.

I personaggi che popolano il mondo del poker professionistico non sono forse molto conosciuti in Italia, ma rimangono comunque delle stelle indiscusse del settore. Stiamo parlando di giocatori che hanno vinto nel giro di poche ore milioni e milioni di dollari. Ai giorni nostri, ad essere ritenuto il migliore di tutti è Bryn Kenney, che dai suoi inizi risalenti a 14 anni fa ha accumulato 50 milioni di dollari tra i vari tornei. Kenney detiene anche il primato per la vincita più alta mai conquistata in una singola competizione, che supera i 20 milioni di dollari: quasi un terzo di quanto accumulato in tutta la carriera.

Anche Ustin Bonomo è un giocatore dal quale bisogna guardarsi al tavolo. Sarà perché ha iniziato a giocare addirittura a 16 anni, vincendo 10.000 dollari giocandone solo 500. La sua esperienza è dunque vastissima. Nemmeno con Daniel Negreanu, vincitore di 6 braccialetti alle World Series of Poker, c’è da scherzare. Nessuno ha mai ricevuto tanti premi come lui, che figura a ragione nella Hall of Fame. Erik Seidel, invece, ha fatto parlare di sé in quanto ha fatto pratica grazie al poker digitale. Nel suo caso non c’è stato bisogno di seguire consigli su come vestirsi per il casinò, perché ha potuto allenarsi per anni direttamente da casa, arrivando anch’egli nella Hall of Fame. Anche David Peters ha fatto pratica online.

Fedor Holz, Steve O’ Dwyer, Phil Ivey, Daniel Colman: di giocatori che hanno vinto valanghe di tornei e di milioni ce ne sono davvero a bizzeffe. Ognuno sembra distinguersi per una caratteristica particolarità, che si rivela decisiva in molte partite. E gli italiani? Il giocatore di poker più noto proveniente dallo Stivale è probabilmente il giornalista Mario Adinolfi, che si è sposato addirittura in un casinò di Las Vegas. Tra i giocatori italiani fu il primo a giungere al tavolo finale del World Poker Tour e ha messo da parte un bel gruzzoletto, ma la sua situazione è ovviamente imparagonabile rispetto a quelle dei giganti americani. Chissà che nel prossimo futuro qualche altro giocatore nostrano non riesca a sbarcare il lunario conquistando la ribalta internazionale…

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com