Eventi in Basilicata

“I giovani e il nichilismo nell’epoca delle nuove tecnologie”, Lectio Magistralis del prof. Galimberti al liceo di Marsico Nuovo



In occasione dei festeggiamenti del cinquantesimo anniversario dei Licei di Marsico Nuovo e Viggiano, mercoledì 14 marzo, alle ore 10:00, il prof. Umberto Galimberti, tra i nomi più illustri del panorama filosofico internazionale, terrà una lectio magistralis presso l’aula Magna del I.I.S. “G. Peano” di Marsico Nuovo.

Alle 17:30, Galimberti sarà ospite della Casa delle Muse di Sinisgalli a Montemurro per firmare le copie dei suoi libri.

Il titolo del suo intervento, del quale riportiamo un estratto a seguire (dalla Prefazione al libro: L’ospite inquietante: il nichilismo e i giovani, ed. Feltrinelli, Milano, 2007), è “I giovani e il nichilismo nell’epoca delle nuove tecnologie”.

… i giovani, anche se non sempre lo sanno, stanno male. E non per le solite crisi esistenziali che costellano la giovinezza, ma perché un ospite inquietante, il nichilismo, si aggira tra loro, penetra nei loro sentimenti, confonde i loro pensieri, cancella prospettive e orizzonti, fiacca la loro anima, intristisce le passioni rendendole esangui.

Le famiglie si allarmano, la scuola non sa più cosa fare. Solo il mercato si interessa di loro per condurli sulle vie del divertimento e del consumo, dove ciò che si consuma è la loro stessa vita, che più non riesce a proiettarsi in un futuro capace di far intravedere una qualche promessa.


Va da sé che, se il disagio non è del singolo individuo, l’origine non è psicologica ma culturale. Perciò inefficaci appaiono i rimedi elaborati dalla nostra cultura, sia nella versione religiosa perché Dio è davvero morto, sia nella versione illuminista perché non sembra che la ragione sia oggi il regolatore dei rapporti tra gli uomini. Resta solo la “ragione strumentale” che garantisce il progresso tecnico, ma non un ampliamento dell’orizzonte di senso per la latitanza del pensiero e l’aridità del sentimento.

C’è una via d’uscita? Si può mettere alla porta l’ospite inquietante? Si, se sapremo insegnare ai giovani l’ “arte di vivere”, come dicevano i Greci, che consiste nel riconoscere le proprie capacità e nell’esplicitarle e vederle fiorire secondo misura.

Se proprio attraverso il nichilismo i giovani, adeguatamente sostenuti, sapessero compiere questo primo passo capace di farli incuriosire e innamorare di sé, l’”ospite inquietante” non sarebbe passato invano.

CLICCA QUI
Close