Dalla nostra inviata in giro per il mondo

Himalaya, luogo leggendario


Tutto è pronto per avventurarci in un nuovo viaggio. Anche viaggiare con la mente si può. Ed allora zaino in spalla con tutto l’occorrente e si parte! Fa freddissimo sulle montagne più alte del mondo, sulle vette dell’Himalaya. Copriamoci bene ed incamminiamoci. Siamo guidati ovviamente da un abitante colto, originario del Tibet, il quale conosce i luoghi più reconditi di questi paesi dal fascino leggendario, tra i più spettacolari al mondo, e che ha voluto accompagnarci. Non poteva mancare il nostro interprete. Ci vogliono polmoni sani e gambe allenate per camminare per chilometri, unico modo per conoscere e vivere a pieno i paesaggi che la catena montuosa più alta del mondo ci offre.

Senza neanche lontanamente pensare di raggiungere le altissime vette, riservate ai viaggiatori più attrezzati e specialisti, abbiamo trascorso settimane intere lungo i percorsi di trekking disegnati nelle vallate selvagge del Tibet, del Nepal, del Ladakh e del Buthan. Nei loro villaggi e nei piccoli paesi abitano indigeni dalla cultura millenaria. Qui lo spirito si rigenera. Abbiamo respirato le atmosfere dei deserti di alta quota del Tibet e del Ladakh. E ci siamo immersi nelle coltivazioni terrazzate del Nepal e del Bhutan. Sulle montagne innevate i cieli tersi si riflettono nei fiumi glaciali creando delle incredibili ed oniriche realtà.


Abbiamo deciso di fermarci per più di un mese in Tibet, patria del buddhismo, per conoscerlo meglio ed entrare nel vivo della sua cultura. Qui, ci hanno aperto le porte dei monasteri, dove i canti dei monaci sono un sedativo per gli animi più inquieti. Abbiamo raggiunto Lhasa, la capitale del Paese, dove fu edificato il Palazzo del Potala residenza principale del Dalai Lama, Sua Santità Tenzin Gyatso, fuggito in India in seguito all’invasione cinese del 1949-1950. Oggi è un incredibile museo che consigliamo di visitare. E’ un viaggio nella storia tibetana, tra statue buddiste e preziosissime sculture. Non possiamo lasciare questo paese dal fascino misterioso senza visitare il Monastero Samye, luogo leggendario per aver ospitato la nascita del buddhismo tibetano. Ci offre l’atmosfera giusta per le nostre riflessioni spirituali. Ci vengono i brividi. Ed allora ‘buon viaggio in Tibet’!

Maria Teresa Merlino

Foto da Flickr di Daisuke Tomiyasu

Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp