Cronache

Giuseppe, nuova segnalazione di avvistamento. Intanto si pensa anche ai cani per continuare le ricerche

Nuove segnalazioni di avvistamento di Giuseppe Sansanelli, il 26enne scomparso la mattina del 23 dicembre da Sant’Arcangelo dopo essere uscito per un allenamento mattutino e per la solita  lunga corsa. Dopo le segnalazioni ricevute da Carabinieri e famiglia alla vigilia e a Natale (nei pressi di Scanzano Jonico), il giovane sarebbe stato visto nei pressi di un pub situato nel centro abitato di Bernalda. Una segnalazione ritenuta del tutto attendibile. Una buona notizia nel senso che Giuseppe è vivo e sta bene, e si sta spostando nei paesi della fascia jonica della Basilicata. Il giovane sarebbe stato avvistato il 28 dicembre, poi di lui nessuna traccia. Ma una grossa mano potrebbe arrivare dagli amici a quattro zampe.

I soccorritori, infatti, sono pronti a mettere in campo i cani per la ricerca di persone scomparse. Un tentativo importante, che potrebbe tracciare importanti indizi tanto da portare al ritrovamento di Giuseppe, che sicuramente starà vagando in giro senza rendersene conto, in stato confusionale, lontano ormai da casa per il nono giorno. Probabile che già domani i cani vengano attivati. O comunque, il 2 gennaio. Mentre le ricerche continuano senza sosta su tutto il territorio jonico, praticamente controllato in ogni angolo da Carabinieri, Vigili del Fuoco e volontari della protezione civile. Nei giorni scorsi anche un elicottero dei Vigili del Fuoco è stato impegnato, così come il personale del Soccorso Alpino della Basilicata. Al momento della scomparsa indossava una felpa grigia con cerniera e cappuccio, pantacalze da corsa nere, calzettoni verde militari e scarponcini grigi. La preoccupazione, anche per via del maltempo e delle temperature fredde, aumentano sempre più. Ma le segnalazioni fanno ben sperare. Intanto anche il noto programma Rai “Chi l’ha visto?” si sta occupando del caso. La notizia della scomparsa è stata pubblicata sul sito, visto che il programma ritornerà in onda l’8 gennaio. La famiglia spera al più presto di poterlo riabbracciare e ritornare tranquillamente a casa, a Castel San Pietro Terme, nel bolognese, la loro residenza. Intanto la famiglia, a supporto delle ricerche, ci ha fatto recapitare un’altra foto che ritrae il tatuaggio (un distintivo militare) di Giuseppe sul collo. Oltre a questo, il giovane ha anche un tatuaggio sul gomito sinistro (alcune note musicali)

FONTE: Claudio Buono – MELANDRONEWS

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com