Notizie dal Territorio

Giuseppe fa crescere la musica in Basilicata


E’ in fase di completamento il nuovo progetto “SanremoSol” ideato da Giuseppe Grande che mira a coinvolgere, in particolare durante la settimana del prossimo Festival di Sanremo,  le scuole lucane  per dare agli studenti l’opportunità di cimentarsi concretamente con il mondo del lavoro attraverso lezioni teorico-pratiche e simulazioni di reali situazioni lavorative. Lo ha annunciato lo stesso Grande, nel corso del party all’insegna della grande musica  organizzato a Barile, nei giorni scorsi, per  festeggiare il compleanno del dj lucano Tony Delta e i suoi 18 anni di carriera. Nel corso della festa dedicata all’eclettico dj,  molto attivo soprattutto nel Sud Italia e autore del brano “Maratea”, un autentico inno alla sua terra d’origine, la Basilicata,  Grande ha illustrato i suoi progetti attuali e futuri a partire dalle tematiche musicali. “Obiettivo fondamentale è quello di rafforzare il concetto di musica in Basilicata – ha spiegato  Grande  –  seguendo una doppia linea: facendo emergere i talenti lucani, siano essi i ragazzi stimolati con i progetti scolastici , sia i dj e musicisti che con loro esibizioni ricche di energia creano le giuste atmosfere per far divertire le piccole comunità, ma anche organizzando eventi che valorizzino il territorio, con spettacoli di rilievo e manifestazioni culturali a 360 gradi”.

E il  Festival di Sanremo per certi versi sarà anche tra i protagonisti della prossima festa di San Donato in programma a Ripacandida nei giorni 5, 6 e 7 agosto la cui direzione creativa è stata affidata proprio a Grande. In questa occasione, esclusiva per la Basilicata, ci saranno le selezioni per poter accedere alla sezione giovani del prossimo Festival.  A decretare il passaggio del turno una giuria nominata da “SanremoSol” presieduta dal Maestro Pasquale Menchise, dalla vocal coach e cantante Dina Lopez, dal professore del liceo musicale di Potenza, Bruno Pace, e novità, per la prima volta a livello nazionale, due ragazzi giovanissimi, di 17 anni voluti fortemente da Grande,  studenti modello del liceo musicale di Venosa, il batterista Simone Piacentini e il sassofonista Arcangelo Di Lorenzo. “Ci vuole concretezza, spirito di gruppo e bisogna premiare chi merita – ha concluso Grande – alle parole devono seguire i fatti, questo il sale della vita’’ .

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com