Eventi in BasilicataPrimo Piano

“Giornata Nazionale del Paesaggio 2023” al Museo Archeologico dell’Alta Val d’Agri. Sabato 18 marzo alle 9:30

“Valorizzazione dei paesaggi e dei patrimoni: opportunità per l’area pilota SNAI 21-27 in Val d’Agri”


In occasione della Giornata Nazionale del Paesaggio, sabato 18 Marzo 2023 a partire dalle ore 9:30, il Museo Archeologico Nazionale dell’Alta Val d’Agri propone un seminario dal titolo “Valorizzazione dei paesaggi e dei patrimoni: opportunità per l’area pilota SNAI 21-27 in Val d’Agri”, in collaborazione con l’Ente Parco Nazionale Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese, l’Associazione Culture & Territori e la Rivista Risk Elaboration, edita dalla Protezione Civile “Gruppo Lucano”.
Presso la Sala Conferenze del Museo, i relatori coinvolti tratteranno di valorizzazione del Paesaggio e progettualità attuali sul tema. In particolare, una quota consistente dei fondi della Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI) è rivolta a interventi per la promozione del patrimonio culturale e ambientale, proprio perché la maggior parte del territorio classificato come “Aree Interne” presenta un carattere ecologico-naturalistico-storico altamente significativo.
L’evento del 18 promuove una riflessione su modalità di valorizzazione del paesaggio e dei patrimoni in un’ottica che guardi a questi temi come opportunità di sviluppo delle aree interne.
La riflessione prende spunto dagli esiti del progetto di ricerca RI.P.R.O.VA.RE conclusosi nel 2022, a cui hanno partecipato l’Università della Campania Luigi Vanvitelli, l’Università degli Studi di Salerno e l’Unibas con un gruppo di ricerca coordinato dall’Arch. Piergiuseppe Pontrandolfi, già Docente Unibas e coordinatore dell’unità locale. Il progetto (Riabitare i Paesi. Strategie Operative per la Valorizzazione e la Resilienza delle Aree Interne) ha sviluppato attività partecipate e condivise per la definizione di strategie di sviluppo dei territori marginali e meno resilienti ma anche dotati di grandi potenzialità legate al patrimonio naturale e culturale. Questo a partire da un consolidamento delle relazioni tra gli enti territoriali interessati, che hanno costituito l’Unione dei comuni della Media Val d’Agri. Anche a partire dal lavoro del progetto di ricerca RI.P.R.O.VA.RE, oggi tale territorio è stato individuato tra le aree pilota lucane della SNAI 2021-2027.
Tra gli obiettivi della strategia proposta ci sono interventi di valorizzazione del paesaggio naturale e degli abitati storici in funzione dello sviluppo di un turismo lento e di qualità. Tale risultato si può ottenere a partire da una maggiore accessibilità ai territori interessati, da una riorganizzazione dei servizi di base, dall’incremento di nuove e qualificate opportunità di lavoro, dalla promozione di forme di accoglienza integrata. Tali interventi e politiche sono indirizzati ad arrestare e, nel lungo periodo, invertire i fenomeni di accelerato spopolamento del territorio.
La discussione partirà dal concetto di Paesaggio, illustrerà i contenuti sul tema relativi al progetto RI.P.R.O.VA.RE come sintetizzati nel focus del n. 5 della rivista Risk Elaboration. Il Parco Nazionale Appennino Lucano – Val d’Agri – Lagonegrese, in cui sono compresi molti dei comuni dell’Alta e Media Val d’Agri, è stato coinvolto in quanto soggetto di area vasta operante sul territorio.
Al termine dei lavori, sarà possibile effettuare visite guidate al Parco Archeologico di Grumentum, con particolare attenzione al paesaggio archeologico di Grumentum e dell’Alta Val d’Agri.

Articoli correlati

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com