Forestazione: assemblea lavoratori Val d’Agri. La Regione Basilicata si impegna a ripristinare le 180 giornate

È stata molto partecipata l’assemblea dei lavoratori forestali della Val d’Agri che si è svolta oggi al centro sociale di Villa D’Agri, alla presenza di circa 500 lavoratori e dell’assessore alle Attività produttive Francesco Cupparo. L’assemblea è stata indetta da Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil per affrontare i temi della forestazione e la questione legata ai mancati introiti derivanti dalle compensazioni ambientali da parte di Eni e destinati alle attività di forestazione in Val d’Agri, maggiormente interessata dalle estrazioni petrolifere.

Le risorse, negli anni passati, hanno dato la possibilità ai lavoratori forestali della Val d’Agri di svolgere 180 giornate contributive invece di 151, quali sono quelle attuali, al pari degli altri lavoratori forestali.

All’incontro l’assessore Cupparo si è fatto carico della questione e si è impegnato a ripristinare il numero di giornate lavorative dei lavoratori forestali della Val d’Agri elevandole a 180 chiedendo ai Comuni che percepiscono le royalties di investire parte delle risorse nella forestazione.

Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil esprimono pertanto piena soddisfazione sull’esito dell’assemblea, auspicando che la Regione Basilicata tenga fede agli impegni assunti.

Il Sindaco di Marsicovetere Zipparri sulla questione: “Uno dei settori più delicati del nostro territorio è certamente quello della forestazione. Nel corso degli anni il lavoro messo in campo da una platea numerosissima per la sistemazione idraulico-forestale ha subito diverse riforme e con il collegato al bilancio regionale 2018 le funzioni sono state accorpate alla gestione del Consorzio di Bonifica. Ritengo che il settore della forestazione, con la giusta visione, possa rappresentare una vera e solida opportunità”.

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE