Società e Cultura

Fondazione Sinisgalli e Unibas insieme nelle scuole lucane

Lezioni del 900 ovvero il Furor Sinisgalli per la Scuola

Le due Muse di Sinisgalli, quella umanistica e quelle scientifica, saranno insieme protagoniste del settimo ciclo delle “Lezioni del 900 ovvero il Furor Sinisgalli per la Scuola”, gli incontri dedicati agli studenti degli Istituti superiori lucani e che quest’anno – spiega una nota – la Fondazione Leonardo Sinisgalli organizza insieme all’Università degli Studi della Basilicata. Tra febbraio e marzo, i docenti di diversi dipartimenti dell’Ateneo lucano saliranno in cattedra per 6 appuntamenti fra Matera, Melfi, Moliterno, Sant’Arcangelo e Venosa.

Si comincia il 2 febbraio 2018 alle ore 10:00 all’I.I.S. “Petruccelli-Parisi” di Moliterno con la lectio magistralis di Maurizio D’Auria del Dipartimento di Scienze (DiS) dal titolo “Il chimico scettico: conoscere la chimica serve a qualcosa?” che prende spunto dal titolo dell’opera di Robert Boyle del 1661 “The sceptical chymist or Chymico-Physical Doubts & Paradoxes” considerato il fondatore della chimica moderna intesa come scienza. Apriranno l’incontro i saluti del dirigente dell’Istituto, Carmine Filardi.

Il 7 febbraio (ore 10:00) presso l’I.I.S. “Carlo Levi” di Sant’Arcangelo, Marcello Schiattarella del DiCEM (Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo) parlerà del “Paesaggio fisico della Basilicata: un atlante di geodiversità”, prendendo in analisi i variegati caratteri geologici, geomorfologici, idrologici e legati al suolo che caratterizzano il territorio lucano. Introdurrà l’incontro la dirigente Lucia Lombardi.

Manuela Gieri del DiSU (Dipartimento di Scienze Umane) sarà protagonista della lectio del 20 febbraio (ore 10.00) presso il Liceo Classico dell’I.I.S. “G. Peano” a Viggiano dal titolo “L’avventurosa storia del cinema, tra genere e stile”, un viaggio nel tempo attraverso la settima arte. Porterà i suoi saluti la dirigente Serafina Rotondaro.

A salire in cattedra il 22 febbraio (ore 10.00) presso l’I.I.S. “Federico II” di Melfi sarà invece Fabrizio Caccavale della Scuola di Ingegneria (SI) con un approfondimento su “L’evoluzione della robotica” per comprendere l’apporto dei robot nella società contemporanea. Saluterà i presenti il dirigente Michele Corbo.

Dalla Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari e Ambientali dell’Ateneo Lucano arriverà Patrizia Romano per la lezione su “Il lievito starter al servizio degli alimenti fermentati” con gli studenti dell’I.I.S. “Q. Orazio Flacco” di Venosa in programma il 28 febbraio (ore 10:00). I saluti di apertura saranno portati dalla dirigente, Mimma Carlomagno.

Le “Lezioni del Novecento” si chiuderanno il 9 marzo presso il Liceo Ginnasio “E. Duni” Matera, ore 10.00, con Alberto Cialdea del Dipartimento di Matematica, Informatica ed Economia nell’incontro “L’analisi matematica: il moderno calcolo sublime” con riferimento all’espressione utilizzata fino alla metà del secolo scorso per indicare il calcolo differenziale e integrale. Porterà i saluti la dirigente, Patrizia Di Franco.

Le “Lezioni del Novecento” – conclude la nota della Fondazione Leonardo Sinisgalli – sono aperte al pubblico e consentono l’esonero dei docenti per formazione e aggiornamento professionale grazie al patrocinio del Miur – Ufficio scolastico regionale per la Basilicata. La collaborazione di due importanti presidi culturali della regione quali la Fondazione Sinisgalli e l’Unibas consentirà agli studenti lucani di approfondire tematiche di livello accademico dalla voce diretta di chi fa ricerca ogni giorno, con l’obiettivo di arricchire la tradizionale programmazione affrontata tra i banchi delle scuole secondarie di secondo grado.

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS