Arte, Cinema e TvPrimo Piano

Festival di Sanremo: vince Mahmood. Il teatro Ariston in rivolta, ecco cosa è successo (VIDEO)


Mahmood trionfa al Festival di Sanremo nell’edizione più digital della storia della competizione canora. Il giovane artista milanese si impone nello spareggio della votazione finale con ‘Soldi’ davanti a Ultimo con ‘I miei particolari’ e al Volo con ‘Musica che resta’.

Parzialmente confermate le previsioni della vigilia ma non sono mancate le sorprese come l’esclusione dai primi tre posti della Berte’ (che deve accontentarsi del quarto), di Irama (settimo), Silvestri (sesto e vincitore del premio ‘Dalla’ dalla Sala stampa) e Cristicchi (quinto, che si aggiudica il premio per la migliore interpretazione e per la miglior composizione musicale). Giurie e televoto non hanno quindi confermato del tutto quelle che erano le indicazioni venute da social e bookmaker che indicavano Ultimo (che ha vinto anche il premio Tim per il brano piu’ ascoltato in streaming) favorito tallonato proprio da questi quattro, dei tweet che premiavano Arisa (arrivata all’esibizione finale quasi senza voce per l’influenza e affranta tanto da dover essere consolata da Virginia Raffaele) e soprattutto dalla sala dell’Ariston che proprio a Ultimo e Berte’ aveva tributato le standing ovation e che alla proclamazione della terna finale ha contestato la presenza del ‘Volo’.


Il pubblico dell’Ariston fischia la classifica finale dalla posizione #4 alla posizione #24.

Durante la lettura della classifica finale dalla posizione #4 alla posizione #24 al termine della prima sessione di voto, il pubblico in sala dell’Ariston ha iniziato a fischiare quasi ogni posizione, dimostrando di non essere d’accordo con i posizionamenti finali dei vari artisti. Inoltre, il pubblico acclamava ‘Loredana’ a gran voce. I conduttori non sapevano piu’ come calmare il pubblico, poi Claudio Bisio ha ironicamente proposto di assegnare un ‘premio del pubblico dell’Ariston’ a Loredana Bertè per calmare la sala.

La contestazione arriva anche dalla sala stampa per la bocciatura della Berté.

Vincenzo Scarano

Ciao! Mi chiamo Vincenzo Scarano e sono qui da nove anni, e queste sono le cose che ho capito: non c'è botta di fortuna che ti faccia andare dove vuoi, la costanza è più importante dell'exploit. E questo è il mio luogo calmo dove trovo rifugio dal caos e dal rumore del mondo. Ideatore e Webmaster di Gazzetta della Val d'Agri..
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

error: Contenuto Protetto !!
Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp