Politica

Energia, Bardi: “bene UE su tassonomia. Gas lucano direttamente ai cittadini”



“Bene il parlamento europeo sul gas naturale inserito nella tassonomia UE, ossia la classificazione europea delle attività considerate sostenibili dal punto di vista ambientale. Si tratta di una decisione coerente con quanto sta facendo il Governo Draghi, e in particolar modo il Ministro Cingolani. Per quanto ci riguarda, il gas della Basilicata andrà direttamente ai lucani e una parte del quantitativo di cui all’accordo compensazioni, finanzierà impianti di energie rinnovabili per chi non è coperto dalla metanizzazione. In tal modo, il gas lucano va direttamente ai lucani e una parte del gas della Basilicata viene utilizzata per la transizione energetica qui sul territorio: un approccio immediato, integrato e non ideologico per dare un sostegno concreto alle famiglie in questo momento drammatico di crisi, con i costi dell’energia ormai alle stelle, con grave danno soprattutto per le famiglie meno abbienti”. Lo afferma in una nota il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

 

“I tempi della “Green Deal” sono ormai più che maturi in tutti i settori della nostra economia (trasporti, agricoltura, industria) e soprattutto nel settore dell’energia. Le risorse stanziate per sostenere la transizione ecologica, sia attraverso il PNRR che la prossima programmazione Plurifondo per il settennio 2021-2027, sono una conferma della sempre più crescente attenzione alla finanza sostenibile. Vi è un chiaro indirizzo politico che vuole rendere più competitivo il sistema produttivo per l’energia, orientato allo sviluppo continuo di tecnologie pulite (si cita ad esempio la ricerca per lo sviluppo della filiera dell’idrogeno verde.

 In quest’ottica è fondamentale supportare le imprese assicurandone la crescita continua, incoraggiando la creazione di Cluster di aziende e di enti di ricerca, basati sulla condivisione di servizi e sullo scambio di conoscenze e competenze. Nell’ambito della partecipazione e dell’innovazione non si può non sottolineare l’importanza delle Comunità Energetiche. Si tratta di un potente strumento di “democrazia dell’energia” che consente di integrare diverse fonti rinnovabili, favorendo il concetto della generazione distribuita.

Si tratta di un modello energetico che mette in risalto la responsabilità ambientale, la collaborazione tra diversi soggetti, senza tralasciare il risparmio economico.

Tutto quanto richiamato in precedenza sono gli indirizzi programmatici della Regione Basilicata; un menu (richiamando il tema) già scritto ed in fase di attuazione!”.

Lo ha dichiarato l’assessore all’Ambiente, territorio ed energia, Cosimo Latronico, intervenendo nell’ambito convegno dal titolo: I-COM “ENERGIA: le ricette dell’innovazione per un menu da riscrivere”, in svolgimento a Roma.

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com