Lavoro e Salute

Emergenza cinghiali: nuovi selecontrollori al Parco Appennino lucano


“Le azioni di contrasto del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano all’emergenza cinghiali continuano con l’intensificazione delle attività di controllo che vedranno a breve un significativo incremento del numero dei selecontrollori che andranno a coprire zone dell’area protetta rimaste ancora scoperte”. E’ quanto dichiarato in una nota dall’Ente parco che precisa: “Il 9 Agosto alle ore 16.00, presso la sede dell’Ente Parco a Marsico Nuovo, al termine del percorso formativo per selecontrollori degli ungulati, una settantina di nuovi selecontrollori, previa comprova dei requisiti richiesti dall’Avviso Pubblico, riceveranno il titolo abilitativo per l’esercizio delle attività di controllo all’interno dell’Area Protetta. Particolare soddisfazione è stata espressa dal Vice Presidente dell’Ente Vittorio Triunfo, che ha sottolineato “la concretezza di questa attività finalizzata ad aumentare la platea dei selecontrollori che passeranno dagli attuali 240 a 300 e che, attraverso prelievi più capillari in Area Parco, con il coordinamento dell’Ente Parco e del Corpo dei Carabinieri Forestali, contribuiranno a limitare l’impatto dei cinghiali alle produzioni agricole e alla biodiversità di particolare rilievo presente nel Parco dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese.”

CLICCA QUI
Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp