Curiosità, Notizie dall'Italia e dal Mondo

Ecobonus, la novità: vale anche per le auto usate


Il Parlamento ha approvato la proroga dell’ecobonus che va dal dal 30 giugno al 31 dicembre 2021: grazie a questo incentivo si potrà godere di uno sconto rottamazione anche per le auto usate. Vediamo le novità introdotte.

ANCHE LE AUTO USATE POSSONO USUFRUIRE DELL’ECOBONUS 

Il Governo ha da poco stanziato 350 milioni di euro interamente dedicati, questa volta, alle auto usate. Finora infatti gli incentivi avevano riguardato solo l’acquisto di auto nuove. Per poter godere di questo incentivo però, esistono alcuni vincoli a cui fare attenzione. Ecco quali sono i punti cardine fissati dal Governo:

  • le auto usate devono appartenere alla categoria Euro 6
  • e devono dimostrare contestualmente una rottamazione di un veicolo di almeno 10 anni e della stessa categoria
  • per quelle di categoria M1 l’usato deve appartenere alla stessa categoria del nuovo e omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4
  • se il veicolo rottamato è tra 0-60 g/km CO2, deve essere immatricolato in data antecedente al 1 gennaio 2011
  • se invece appartiene alla fascia 61 -135 g/km CO2 è possibile rottamare anche un veicolo omologato alla classe Euro 5
  • per i veicoli di categoria L il veicolo usato deve appartenere alla categoria L e che sia omologato alle classi Euro 0, 1, 2 o 3

In tutti i casi elencati in precedenza tuttavia, il veicolo usato deve essere intestato, da almeno 12 mesi, all’acquirente o ad uno dei familiari conviventi alla stessa data, ed obbligatoriamente avviato alla rottamazione.

COME FARE PER ACCEDERE ALLE DETRAZIONI? 

Per accedere alle detrazioni bisogna passare da quattro fasi, vediamo quali sono:

  1. Ottenere la ricevuta di prenotazione – i contributi devono essere prenotati dai venditori che devono registrarsi sull’Area Rivenditori. Questo consente di prenotare i contributi in base al numero di veicoli e a seconda della disponibilità delle risorse, l’operazione deve essere confermata entro 180 giorni, a quel punto si associa il numero di targa al veicolo nuovo
  2. Rilascio dei contributi – i contributi vengono corrisposti dal venditore all’acquirente attraverso una compensazione con il prezzo di acquisto.
  3. Rimborso al venditore dei contributi – a questo punto le imprese costruttrici del nuovo veicolo rimborsano il contributo al venditore
  4. Recupero dell’importo del contributo – le imprese costruttrici ricevono dal venditore la documentazione necessaria  che consente loro il recupero del credito tramite il credito d’imposta.

RISPARMIARE E’ SEMPRE UNA BUONA SOLUZIONE 

Se accedere ai contributi statali può presentarsi un po’ complicato, quello a cui non puoi rinunciare è la semplicità con cui scegliere la tua nuova assicurazione auto. Confrontare le offerte non è mai stato tanto semplice e ti serve avere a portata di mano solo il tuo telefonino e in pochi minuti puoi ottenere l’offerta che fa per te.

ASSICURAZIONE AUTO: POCHE E SEMPLICI MOSSE PER NON SBAGLIARE OFFERTA 

Facile e gratuito, veloce e sicuro, è questa la formula giusta per scegliere il tuo nuovo preventivo assicurazione auto con Zurich Connect. Inserisci il numero di targa e la data di nascita del proprietario del veicolo e otterrai subito l’offerta migliore che ti farà risparmiare tempo e denaro. Se non hai la targa del veicolo, segui il form anche se hai un’auto in leasing e confronta i preventivi online.

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com