Notizie dal TerritorioPrimo Piano

Dall’ITS Academy di Basilicata un prototipo per fronteggiare l’emergenza idrica


“Saving Water for Saving the World”. È questo l’obiettivo che ha ispirato 8 allievi del IV ciclo del percorso di “Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici” dell’ITS Academy di Basilicata. Ed è questo il nome che Michele Caggianese, Piero Guglielmi, Giovanni Iannelli, Michele Pio Larotonda, Ivan Mancini, Angelo Mancusi, Vito Sabato e Gabriele Tramutola hanno deciso di dare al prototipo che presenteranno a Roma, all’ITS 4.0 day 2024, domani 5.7.2024.

SWSW è un impianto di recupero idrico in grado di rilevare perdite e/o recuperare l’acqua all’interno di un’abitazione per una gestione razionale dei consumi, basata su un modello di economia circolare. In pratica l’acqua del nostro lavandino o quella della doccia vengono trattate e rimesse in circolo per alimentare lo scarico del wc. Il sistema di accumulo viene gestito da un PLC che monitora costantemente la quantità dell’acqua recuperata e a disposizione, consentendo anche di rilevare eventuali perdite. Il tutto alimentato da un impianto fotovoltaico. Mai più senza acqua, insomma. E quanto avremmo voluto che SWSW fosse già presente a casa a fronteggiare la sospensione idrica che in questi giorni interessa numerosi comuni lucani!!! Ebbene, gli 8 allievi dell’ITS Academy avevano già pensato ad una soluzione, sotto la guida del docente/coach Nicola Scavone e supportati dal tutor Mario Paternò. Oggi partono alla volta di Roma per presentare SWSW all’ITS 4.0 day 2024, competizione nazionale organizzata dal MIM e dalla Ca’ Foscari e che ha visto, anche nelle passate edizioni, gli allievi dell’ITS Academy di Basilicata protagonisti; prima col prototipo “Sunner” vincitore del premio comunicazione 2022 ed esposto al Maker Faire Rome 2022; poi col prototipo “Green4Mud” selezionato al Maker Faire Rome 2023 e al Maker Faire Colleferro 2023. È proprio “Sunner”, infisso fotovoltaico, che va ad alimentare l’impianto di SWSW che, nella “Fase boost” di prossima realizzazione, integrerà anche il prototipo “Green4Mud” per produrre idrogeno all’interno di un’abitazione… magari per alimentare la lavatrice. Tutte componenti, queste, di un modulo abitativo a zero emissioni e che potrà essere allestito, grazie alle idee degli allievi dell’unico ITS di Basilicata, all’interno del Laboratorio FER finanziato dal PNRR. Un modello di abitazione 100% green e smart visitabile e abitabile e che ci catapulta nell’era post petrolio, in una “Città del futuro”.

Giuseppe Paternò, Presidente dell’ITS Academy di Basilicata e Referente del progetto ITS 4.0, con entusiasmo e orgoglio ricorda che i suoi allievi-inventori sono “talenti del fare e l’ITS nasce proprio per affinare questi talenti; per stimolare la creatività e instradarla in competenze tecniche e professionali che rispondono alle richieste del mondo del lavoro; per trasferire, grazie al progetto ITS 4.0, soft skill e metodologie del design thinking per dare valore aggiunto al profilo e al curriculum dei nostri super-tecnici non solo in prospettiva occupazionale come lavoratori dipendenti ma anche come imprenditori. Infatti l’ITS Academy di Basilicata sostiene la creazione d’impresa e supporterà gli allievi-inventori del IV ciclo in un percorso di brevettazione di SWSW e di individuazione di business angel, in collaborazione con gli enti datoriali associati. Abbiamo infatti già in programma l’organizzazione di stakeholder engagement meeting con aziende di Confindustria Basilicata, Confapi Matera e CNA Matera. Vogliamo far conoscere alle aziende le nostre giovani eccellenze”. Come i suoi allievi, anche l’ITS Academy di Basilicata è un’eccellenza. A dirlo è l’Indire che, nel suo monitoraggio, lo annovera tra gli ITS “eccellenti”, appunto. Un ITS, quello lucano, che è in grado di assicurare, entro un anno dalla conclusione del percorso, un lavoro; per i più meritevoli tirocini retribuiti o percorsi in apprendistato di III livello già a partire dal sesto mese di frequenza. Provare per credere: sono aperte le iscrizioni al V ciclo del percorso ITS per “Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici”.

C’è tempo fino al 31/7/2024 per presentare la propria candidatura e ritrovarsi, magari fra un anno, con un brevetto in mano e uno stipendio in tasca!

Articoli correlati

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com