Lavoro e Salute

Convenzione Formez PA Val d’Agri, Rosa: ennesima scorciatoia

Con la deliberazione di Giunta regionale, la n. 604 del 03/07/2018, è stata affidata a Formez PA “l’azione di accompagnamento e attuazione Programmi speciali Val d’Agri Senisese”, con relativa convenzione, da cui si evince che il programma, al costo di € 165.000,00, avrà una durata di 8 mesi, per il momento, poiché già si mettono le mani avanti per la proroga”. E’ quanto afferma il consigliere regionale del gruppo Lb-Fdi, Gianni Rosa, sottolineando che “le elezioni sono alle porte ed il Governo regionale utilizza qualsiasi strumento per poter coltivare le filiere clientelari. Così si va alla ricerca del provvedimento o dell’atto amministrativo utile per poter aggirare l’ostacolo delle selezioni pubbliche, ed effettuare chiamate dirette senza troppi problemi e vincoli normativi. Le convenzioni con il Formez Pa  ne sono un esempio: la giunta Pittella ne ha utilizzate diverse, tutte con l’obiettivo di supportare e accompagnare l’attività amministrativa della Regione Basilicata nei vari programmi, ma nella sostanza si tratta di scorciatoie per poter selezionare professionalità senza alcuna selezione pubblica controllata”.

“La prassi del Formez –  precisa Rosa – di aprire gli avvisi delle selezioni per soli 5 giorni non si avvicina neanche a una selezione pubblica ma più ad un club esclusivo per gli amici: solo i ben informati riescono a presentare le domande. Non ci vogliamo nemmeno soffermare nel merito delle motivazioni che hanno portato alla sottoscrizione della convenzione perché sono sempre le solite scuse: la necessità di accompagnare le Pubbliche Amministrazioni coinvolte nei vari programmi. È evidente che si tratta di un pretesto. Siamo dinanzi all’ennesimo provvedimento calibrato su misura per poter accontentare qualche raccomandato in vista delle elezioni regionali, che magari è rimasto a secco o manifesta segnali di dissapore nei confronti del centrosinistra lucano”.

“La rivoluzione di Pittella – conclude il consigliere – è stata quella di trasformare la Regione Basilicata in una macchina clientelare perfetta, che utilizza qualsiasi strumento per poter dispensare favori ai pochi amici a danno di tanti lucani costretti magari a costruire il proprio futuro altrove. Nonostante tutto quello che sta emergendo in questi giorni, nessuno della maggioranza si oppone”.

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS