Cronache

Colpo grosso a Chiaromonte: razzia di medicinali per un valore di 200 mila euro


Chiaromonte (PZ), ultimo weekend. Anche la Farmacia ospedaliera del “San Giovanni”, a Chiaromonte, è finita, nell’ultimo weekend, nel mirino dei ladri specializzati in furti di medicinali. Il furto, scoperto lunedì 6 agosto,  avrebbe sottratto alla struttura ospedaliera una somma ingente di medicinali antitumorali e biologici. Il danno del colpo ammonta infatti al valore di 200 mila euro, per una quota di 270 confezioni di farmaci rubati.

A darne notizia proprio ieri è stata la Gazzetta del Mezzogiorno.

I ladri sarebbero entrati nel weekend forzando un ingresso secondario (l’ingresso principale  è infatti protetto da un’inferriata di sicurezza), e poi dirigendosi verso il frigorifero contenente i farmaci più costosi.


Sul caso indagano i carabinieri della Compagnia di Senise che hanno già eseguito un sopralluogo nei locali della farmacia. Tuttavia non sarà possibile accertare con sicurezza la dinamica dei fatti, dato che la farmacia ospedaliera non è dotata di sistemi di sicurezza, né di telecamere di videosorveglianza interne ed esterne: circostanza che farebbe pensare a un informatore.

L’ipotesi su cui sono al lavoro gli investigatori è che si tratti di un colpo mirato, su commissione, probabilmente compiuto grazie ad un «basista».  Si tratterebbe di un lavoretto «pulito», da professionista. E soprattutto, sembra che l’obiettivo fosse uno solo: i medicinali più costosi, quelli antitumorali e biologici di ultima generazione, in Italia sono utilizzati nelle strutture pubbliche d’ eccellenza per curare varie patologie come l’ artrite reumatoide, la psoriasi o il morbo di Crohn. Costo medio, 1000 euro a dose.

 

CLICCA QUI
Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp