Basta rapine per mancanza del servizio di vigilanza, i lavoratori e le lavoratrici di banca vogliono sicurezza sul posto di lavoro

Il giorno 30 luglio 2019 è stata perpetrata  l’ultima di una serie di rapine presso un Istituto Bancario.  Questa volta è stato il turno dell’agenzia di Scanzano Jonico della Banca Popolare di Puglia e Basilicata.

I due rapinatori si sono presentati alle ore 9.30 circa con il volto scoperto (anche se camuffato da occhiali da sole e cappellini) ed hanno tenuto i lavoratori ed alcune persone del pubblico sotto la minaccia delle armi fino alla consegna del bottino.

Già nei mesi scorsi nella filiale di Potenza della Credem è stata realizzata una rapina con i lavoratori minacciati da un taglierino. Fortunatamente e non certo grazie ai carenti sistemi di prevenzione antirapina si è evitato il peggio. In entrambi i casi il dato comune è l’assenza totale o parziale del servizio di vigilanza prestato dalle guardie giurate.

Il risultato un danno alla salute per fortuna “limitato” ad ansia, senso diimminente pericolo, perdita di sonno. In buona sostanza stress posttraumatico che diversi lavoratori hanno purtroppo conosciuto.

Non è più possibile risparmiare sulla pelle dei lavoratori per garantire stipendi sempre più alti ai dirigenti.

Chiediamo di ripristinare immediatamente il servizio di vigilanza (soprattutto nei periodi di ferie o festività dove il lavoro aumenta in maniera esponenziale e la forza lavoro è spesso ridotta) per tutto il tempo necessario a garantire l’integrità fisica e psichica dei lavoratori.

La misura è colma.

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE