Primo PianoCuriosità, Notizie dall'Italia e dal Mondo

Arriva il Bonus Pubblicità: Incentivi fiscali agli investimenti pubblicitari su Gazzettadellavaldagri.it


L’articolo 57/bis del DL 50 del 24 aprile 2017, convertito in Legge Nr 96 del 21/06/2017, introduce la possibilità di usufruire di un credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari effettuati su stampa o su emittenti radio televisive a diffusione locale, che sia incrementale rispetto al periodo precedente.

Il Regolamento attuativo, che definirà gli aspetti operativi, non definiti dalla legge, è in corso di adozione.

Quali sono i soggetti eleggibili al credito di imposta:

Titolari di reddito d’impresa;

Titolari di redditi di lavoro autonomo;

In entrambi i casi gli investimenti in pubblicità devono superare di almeno l’1% gli analoghi investimenti effettuati nel periodo precedente sugli stessi mezzi di comunicazione.

A quanto ammonta il credito d’imposta:

Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati, ed arriva fino al 90% (del valore incrementale) se gli investimenti sono fatti da microimprese, piccole, medie imprese e start up innovative.

I limiti di spesa sono distinti se gli investimenti sono rivolti alla pubblicità su stampa e/o sulle emittenti radio televisive, poiché lo stanziamento di risorse, da parte del governo, ha percentuali diverse per i due mezzi di comunicazione, e maggiori per la stampa. Per semplificare: un soggetto che fa pubblicità su entrambi i media, si vedrà riconosciute percentuali diverse di beneficio, proporzionate agli stanziamenti governativi.

Investimenti che possono accedere al credito d’imposta:

Acquisto di spazi pubblicitari ed inserzioni commerciali:

Su giornali, quotidiani e periodici, nazionali e locali;

Durante la programmazione di emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali;

Escluse Televendite, servizi di pronostici, giochi o scommesse con vincite di denaro, di messaggeria vocale o chat line con servizi a sovrapprezzo.

L’ammontare delle spese è al netto di spese accessorie, di spese di intermediazione, e di ogni altra spesa diversa dall’acquisto dello spazio pubblicitario.

Il c.d. Collegato Fiscale 2018 ha esteso la misura anche ai giornali on-line.

Come si accede al credito d’imposta:

Per i soli investimenti effettuati sulla stampa o sui giornali on line, il beneficio può essere utilizzato sugli investimenti incrementali, rispetto all’anno precedente, anche dal 24/06/2017 al 31/12/2017.

La documentazione a sostegno della spesa effettuata deve essere approvata con visto di conformità emesso dai soggetti legittimati al suo rilascio, oppure da revisori legali. Le spese sostenute, per essere considerate valide ai fini dell’ottenimento del credito d’imposta, devono rispettare le regole previste in materia fiscale dal TUIR.

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione tramite F24 (art. 17 D.Lgs 241/97) e non è cumulabile con altri crediti relativi alle stesse spese.

Qualora il credito superasse l’ammontare di € 150.000,00, per poter essere utilizzato, deve superare il preventivo controllo di regolarità della Banca Dati Nazionale Antimafia del Ministero dell’Interno, ed il […] richiedente deve essere iscritto negli elenchi dei fornitori e dei prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa[…].

Presentazione domanda:

La domanda dovrà essere presentata su un’apposita piattaforma dell’Agenzia delle Entrate, e dalla stessa strutturata, che sarà a disposizione per un periodo sufficiente alla presentazione delle domande.

L’Agenzia delle entrate effettuerà i controlli di propria competenza per verificare l’effettiva spettanza del beneficio fiscale, e, in mancanza di anche uno dei requisiti,  provvederà al recupero delle somme con procedure coattive.

Conclusioni

Per chi come noi ha sempre creduto nell’opportunità della pubblicità, il bonus si rivela come vero incentivo a fare e fare meglio, creare valore e crescere.

Cosa ne pensi? Parlaci dei tuoi progetti davanti ad un caffè, ti aspettiamo in Gazzetta della Val d’Agri!

Crea impresa con la pubblicità: è il momento giusto!

>> DECRETO-LEGGE 16 ottobre 2017, n. 148 

Art. 4 Incentivi fiscali agli investimenti pubblicitari e in materia di audiovisivo

LE NOSTRE OFFERTE PUBBLICITARIE: CLICCA QUI

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com