Eventi in Basilicata

“a’Naca Basilicata” della FEEM partecipa all’VIII Congresso Nazionale di Archeologia a Matera

a’Naca Basilicata. Orizzonti Sostenibili” della Fondazione Eni Enrico Mattei sarà presente a Matera per partecipare all’VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale, promosso dalla Società degli Archeologi Medievisti Italiani (SAMI) e organizzato dalla Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici di Matera e il Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo dell’Università degli Studi della Basilicata.

“a’Naca” è la culla, ovvero un brand in grado di raccogliere, curare e comunicare le azioni e i progetti di sostenibilità che riguardano la Basilicata. Durante l’evento, il team presenterà il progetto Chora che rientra tra i 42 progetti, che coinvolgono tutti i 131 comuni della Basilicata, 57 enti pubblici, 6 organismi di volontariato, 29 scuole, 12 fondazioni, 12 università, 6 enti di ricerca e si avvalgono di 171 Partners, di cui 30 internazionali  sviluppandosi su 5 aree tematiche: salute e sicurezza alimentare, turismo, ambiente, formazione, cultura e sviluppo sociale. Motore propulsivo delle idee e dei progetti è l’innovazione, mentre il principio è valorizzare e sostenere il territorio in Italia e all’estero, comunicandone le potenzialità nell’ottica della trasparenza e del dialogo per divulgare le buone pratiche. I progetti sono stati realizzati con i fondi derivanti dall’accordo di programma siglato tra ENI e Regione Basilicata. 

“a’Naca” sarà presente con uno spazio dedicato per raccontare i risultati raggiunti dai progetti realizzati sul territorio. In particolare sarà illustrato, tramite video e informazioni, il progetto CHORA (CHOrus of Resource for Archeology) e gli interventi volti a promuovere la tutela e lo sviluppo del patrimonio materiale e immateriale della Basilicata. 

Ad oggi, nell’ambito del progetto archeologico, sono stati realizzati studi e scavi presso l’insediamento della colonia greca di Siris Heracleia, della città romana di Grumentum, quello fortificato medioevale di Satrianum, l’altura di Santa Maria d’Anglona e la città di Matera inclusa l’area del parco storico e archeologico delle chiese rupestri e della Murgia. Le ricostruzioni storiche effettuate nel corso degli scavi hanno consentito la realizzazione di eventi culturali suggestivi, come “Il banchetto del Conte Goffredo”, ricostruzione di un insediamento medievale presso il sito di Satrianum con il racconto della storia e l’allestimento di punti di ristoro e officine medievali, che hanno registrato un’importante partecipazione.

Attraverso gli “open day”, aperti alle scuole e alla cittadinanza, è stato possibile assistere agli scavi, con visite archeologiche guidate e presentazione dell’attività di ricerca svolta, consentendo ai partecipanti di toccare con mano la storia di quei luoghi.

Il congresso si svolgerà a Matera, presso l’Ex ospedale di San Rocco dal 12 al 15 settembre 2018. Per informazioni e approfondimenti (www.anacabasilicata.it).

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Adblock Detected

Attiva gli annunci per continuare a visitare il sito.
RICEVI GRATIS LE NEWS