Politica

Al via un bando su informazione e promozione regimi di qualità

Agricoltura biologica, disponibili circa 5 milioni per 766 aziende



È stato pubblicato sul supplemento ordinario del Bollettino ufficiale della Regione Basilicata n. 7 del 03/02/2022 il bando di selezione relativo alla Misura 3 – Sottomisura 2 “Informazione e promozione sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari”, con una dotazione finanziaria pari a 2.300.000 euro. C’è tempo fino alle 17 di venerdì 18 marzo 2022 per presentare le domande di sostegno sul portale SIAN; inoltre, entro le 17 di venerdì 25 marzo 2022 il richiedente dovrà candidare la domanda sulla piattaforma informatica SIA-RB.

“Considerata l’esigenza di dare ulteriore impulso alle attività di informazione e promozione, anche in vista della ripresa post pandemica – spiega il vicepresidente e assessore alle Politiche agricole, alimentari e forestali, Francesco Fanelli – abbiamo ritenuto opportuno attivare un terzo bando per la suddetta sottomisura che consenta di ampliare la platea dei potenziali beneficiari. L’obiettivo è migliorare la competitività dei produttori primari integrandoli meglio nella filiera agroalimentare attraverso i regimi di qualità, la creazione di un valore aggiunto per i prodotti agricoli, la promozione nei mercati locali, le filiere corte, le associazioni e le organizzazioni di produttori e le organizzazioni interprofessionali”.

Il bando è rivolto alle associazioni di agricoltori, anche di tipo temporaneo o di scopo. Il contributo erogato in conto capitale è pari al 70% del costo totale delle spese ammesse. Non saranno ammessi programmi il cui costo complessivo sia inferiore a 15mila euro. Tra le azioni da realizzare sono previste pubblicazioni e prodotti multimediali concernenti i sistemi di produzione, diffusione di eventi, iniziative, progetti, dibattiti, realizzazione e sviluppo di siti web, organizzazione di incontri con i consumatori e workshop tra operatori (seminari divulgativi, educational tour, degustazioni), partecipazione a fiere, mostre ed altri eventi e diffusione di conoscenze scientifiche e tecniche sui prodotti dei regimi di qualità.

 

Sono state tutte ammesse alla fase successiva le 766 domande di sostegno relative alla sottomisura 11.1 “Pagamenti per la conversione all’agricoltura biologica“, annualità 2021, pervenute al Sian (Sistema informativo agricolo nazionale), per un importo complessivo richiesto pari a 4.950.622 euro.

“Abbiamo intenso ampliare la platea di potenziali beneficiari – spiega il vicepresidente e assessore alle Politiche agricole, alimentari e forestali, Francesco Fanelli – poiché crediamo fortemente nell’agricoltura biologica, che rappresenta una delle priorità strategiche del Programma di sviluppo rurale della Basilicata. Si tratta di una scelta che, attraverso una netta riduzione dell’uso di prodotti fitosanitari e l’adozione di tecniche agricole sostenibili, garantisce una riduzione del rischio ambientale, custodendo la biodiversità e migliorando la fertilità dei suoli. Grazie a questo intervento la Basilicata potrà contare su ulteriori 14.770 ettari di produzione biologica e vedrà crescere non solo la superficie agricola, ma anche il numero delle aziende lucane che optano per il bio quale scelta produttiva di qualità”.

Questi numeri vanno ad aggiungersi a quelli registrati per la sottomisura 11.2 “Pagamenti per il mantenimento dell’agricoltura biologica”, riferita alle aziende che, già operanti in regime biologico e beneficiarie della medesima misura nel periodo 2016-2020, hanno la possibilità di accedere al premio per il triennio 2021-2023. Per questa sottomisura si sono registrate 2.377 domande da parte di altrettante aziende, per una superficie pari a 81.572 ettari, valori questi pressoché raddoppiati rispetto a quelli registrati nel precedente periodo 2014-2020, per un importo complessivo richiesto pari ad euro 23.050.547.

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com