Politica

Accoglienza profughi e rifugiati, firmate nuove convenzioni per attuazione progetti Sprar 2017-19


Il Presidente della Provincia di Potenza Nicola Valluzzi ha sottoscritto, oggi, le nuove convenzioni con i rappresentanti legali delle cooperative e delle associazioni aggiudicatrici delle gare per la prosecuzione, nel triennio 2017-2019, dei progetti Sprar-Potenza Ordinari e Sprar Potenza Minori stranieri non accompagnati, già avviati nello scorso triennio.

I progetti prevedono azioni di accoglienza, tutela ed integrazione per 120 posti nell’ambito del progetto Sprar – Ordinari (che include anche il programma Isaf a beneficio dei cittadini afgani impegnati nel contingente militare italiano ed il programma Resettlement a beneficio dei rifugiati siriani, palestinesi ed eritrei inseriti nei corridoi umanitari e delle loro famiglie) e per 10 posti nell’ambito del progetto Sprar rivolto ai minori stranieri non accompagnati.

I 120 adulti stranieri del progetto Sprar – Ordinari saranno accolti in strutture situate nei comuni di Atella, Brienza, Lauria, Palazzo San Gervasio, Rionero in Vulture, Sant’Arcangelo e Satriano, ma nel corso del triennio è possibile l’adesione di ulteriori comuni. I minori stranieri non accompagnati saranno accolti nel comune di Sant’Arcangelo, sempre con la possibilità nel triennio dell’adesione di altri comuni.

Con l’aggiudicazione delle gare e la sottoscrizione dei contratti per i due progetti Sprar – ha commentato Valluzzi – si consolida un efficace e capillare sistema di accoglienza creato anche grazie alla rete locale costituita con le altre istituzioni del territorio e con le associazioni: poche unità di profughi o richiedenti asilo inseriti in maniera diffusa in più comuni. L’obiettivo è quello di favorire l’integrazione sul nostro territorio principalmente delle famiglie accolte, per sentimento di umana e civile solidarietà ma anche per contrastare l’inarrestabile spopolamento della nostra terra e provare a garantire, in questo modo, il mantenimento della rete dei servizi pubblici essenziali”.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com