CronachePrimo Piano

3 persone indagate dalla Procura della Repubblica di Roma per il post terremoto del 1980


Falso ideologico e abuso d’ufficio, sono queste le accuse che l’ex primo cittadino di Vietri di Potenza, Carmine Grande, in carica sin dal 2012 e fino allo scorso mese di giugno, quando con la sua lista “Leali per Vietri” sfidò inutilmente Christian Giordano della lista “Vietri Nova”, dovrà rispondere all’avviso di chiusura delle indagini della Procura della Repubblica di Roma per un presunto ammanco di 221mila euro nelle casse del Comune della città Lucana, a causa di un blocco alle opere post terremoto del 1980 di alcuni finanziamenti in arrivo, decisi dal suo predecessore.
Avviato dal pm Erminio Amelio e dal Procuratore aggiunto, Paolo Ielo, nel procedimento risultano anche indagati l’attuale responsabile dell’Ufficio tecnico, Vito Silvestri e il responsabile dell’Ufficio di ragioneria, Adolfo Nappi, ma per eventi di questo tipo, per ora soltanto dei semplici dettagli che saranno definiti nelle giuste aule e non sugli organi di stampa che sono tenuti, comunque, sempre a darne notizia.
Rocco Becce robexdj@gmail.com

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com