Cronache

23enne ammanettato dai Carabinieri per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti

Prosegue l’intensa attività di prevenzione e repressione da parte dei Carabinieri del Comando Compagnia di Venosa, in provincia di Potenza, guidati dal Capitano Alessandro Vergine che, grazie a mirati servizi di controllo del territorio, hanno messo a segno un ennesimo importante risultato per arginare il preoccupante fenomeno del consumo e dello spaccio di sostanze stupefacenti, sopratutto tra i piu giovani.

Infatti, i militari dell’Arma dei Carabinieri del Comando Stazione di Lavello, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un censurato 23enne, di origine rumena ma residente in quel centro, ritenuto responsabile di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il giovane, nel corso della serata di ieri, lunedì 3 luglio, veniva sorpreso dai militari dell’Arma dei Carabinieri in pieno centro cittadino, mentre cedeva un involucro in cellophane contenente circa 7 grammi di droga, di tipo di marijuana, ad un consumatore del luogo, in cambio di una somma di denaro e la tempestiva perquisizione personale, inoltre, consentiva anche di rinvenire addosso al 23enne la somma di 210.00 euro in banconote di vario taglio, probabile provento dell’attività di spaccio.

Lo stupefacente ed il denaro venivano pertanto sottoposti ad immediato sequestro penale, mentre l’uomo, appurate le sue chiare responsabilità penali in merito all’accaduto, veniva tratto in arresto e tradotto presso la propria abitazione ai domiciliari, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria di Potenza e segnalato amministrativamente alla Prefettura di Potenza, per detenzione e uso personale di sostanza stupefacente, ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/90.

Rocco Becce robexdj@gmail.com

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS