Lavoro e Salute

Controlli dell’Ispettorato del lavoro sul territorio lucano



VOTA IL NOSTRO SONDAGGIO. Facci sapere la tua opinione!

 

Cosa dovrebbero fare i Sindaci di Viggiano e Grumento Nova dopo gli esiti della VIS?

 

Cosa dovrebbero fare i sindaci di Viggiano e Grumento Nova dopo gli esiti della VIS? - (MAX 2 risposte)

Vedi il risultato

Loading ... Loading ...


In quest’ultimo periodo estivo e in particolar modo nella settimana dallo scorso 31 luglio al 4 agosto, come informa in una nota stampa il Direttore dell‘Ispettorato Territoriale del Lavoro di Potenza e Matera, il prof. Olivieri Pennesi, i militari dell’Arma del Nucleo Operativo Gruppo Napoli, affiancati da militari dei Nil di Potenza e Matera e agli ispettori civili, è stata predisposta un’attività di controllo nell’ambito della programmazione annuale dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, finalizzata, in particolare agli alberghi, pubblici esercizi e villaggi turistici situati nella zona di Metaponto, frazione di Bernalda, in provincia di Matera e nella città dei Sassi di Matera con un’attività concretizzatasi con l’ispezione di 14 aziende, di cui ben 11 sono risultate irregolari, mentre sono state deferite a piede libero, all’Autorità Giudiziaria, 4 persone, di cui una di nazionalità della Repubblica Popolare Cinese.

Inoltre, sono state verificate 54 posizioni di lavoratori impiegati, dei quali 21 risultati irregolari e 3 completamente a nero e, quindi, totalmente sconosciuti alle Pubbliche Amministrazioni.

In tale occasione, si è provveduto, anche, ad emettere un provvedimento di sospensione di un’ttività imprenditoriale che occupava complessivamente 6 lavoratori di cui 3 in nero, superando per questo il limite di legge del 20%, previsto per l’adozione di tali provvedimenti.

Sono state, inoltre, impartite 18 prescrizioni di natura penale in materia dì sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro ed elevate ammende per un importo di 116.952 euro e contestate 5 sanzioni amministrative pari a 25.467 euro.

Sempre per quanto riguarda le attività ispettive messe in campo in questa prima settimana del mese di agosto dall’ITL di Potenza e Matera, su impulso impresso dalle programmazioni e direttive nazionali dell’Ispettorato Nazionale, gli ispettori civili, affiancati dai Carabinieri dei Nil dei medesimi uffici e dai militari dell’Arma delle Compagnie locali, hanno svolto specifiche attività in ambito dei controlli effettuati in particolare per gli eventi culturali e le annesse attività accessorie di service per il montaggio e smontaggio dei palchi, la fornitura per l’allestimento di impianti audio, video, luci, servizi igienici, guardiania, sorveglianza e vigilanza ed espletate le attività in corrispondenza di due eventi di grande richiamo e l’affluenza di spettatori organizzati nei Comuni di Melfi, in provincia di Potenza e Pisticci, in provincia di Matera.

Tali attività si sono dimostrate particolarmente efficaci nei contenuti, confermando, ancora una volta, il bisogno di interventi di natura ispettiva lavoristica, previdenziale e assicurativa, come anche in ambito di sicurezza sul lavoro, in un settore, quello dell’intrattenimento e degli eventi culturali e musicali, ad alto tasso di irregolarità, senza per questo inficiare la necessità di organizzare, comunque, manifestazione culturali, anche come volano per l’economia del territorio Lucano, ma sempre con una particolare attenzione agli aspetti del lavoro e sicurezza, soprattutto da parte delle ditte affidatarie dei servizi di supporto a tali fondamentali eventi di particolare attrattività pubblica, controlli che in questi casi hanno prodotto molti risultati.

Melfi 10 le ditte controllate di cui 6 irregolari, impartite 7 prescrizioni in materia di sicurezza per un importo sanzionato di 10.960 euro, 35 le posizioni lavorative esaminate di cui 4 lavoratori al nero e 8 irregolari, elevate sanzioni amministrative per 46.416 euro e sancite 2 sospensioni di attività’ imprenditoriale.

Pisticci 2 le ditte controllate, riscontrati 2 lavoratori al nero, elevata una maxi sanzione per 6mila euro, comminate 2 prescrizioni in materia di sicurezza ai sensi del D.lgs.81 e, infine, attribuite ulteriori sanzioni amministrative accessorie per 3.400 euro.

Rocco Becce robexdj@gmail.com

Sei stanco di controllare spesso il sito? Rilassati da oggi in poi ti aggiorniamo noi, è gratis!

 
Inserisci la tua email e ti invieremo tutte le nostre notizie!
 

Seguici anche tu, i tuoi amici e 20000 fans hanno inserito la loro email per non perdersi le news ed essere i primi a leggerle!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close